I ragazzi del Polo OSO di Roma della Canottieri Rumon alla conquista di Torino


I festeggiamenti dei 130 anni dalla nascita della Federazione Italiana Canottaggio tenutisi a

Torino hanno fornito l’occasione ad un gruppo di agguerriti ragazzi della Canottieri Rumon di

affrontare in campo avverso le fortissime truppe OSO di Torino.

Guidati dal loro allenatore Carlos Lourenco, i 4 ragazzi hanno affrontato il lungo viaggio in

treno per partecipare con spirito Decubertiano alla regata Nazionale della Fondazione

Pararowing.

All’arrivo i ragazzi sono stati accolti a braccia aperte dalla grande Cristina Ansaldi responsabile

tecnico del settore pararowing della Canottieri Armida che ha provveduto a rifocillarli con un

lauto pranzo consumato sulla sponda del Po in una bella giornata di sole.

Il tempo della tenzone però era ormai giunto.

Ultimi preparativi con cambio d’abito, foto ricordo col Presidente Giuseppe Abbagnale e via in

barca pronti alla competizione.

Sarà stata l’aria primaverile, l’impatto su un fiume sconosciuto, il magone per la lontananza dagli

altri compagni costretti a rimanere a casa, ma la gara non è andata come i ragazzi avrebbero

voluto. Nonostante l’impegno profuso, qualche leggero disallineamento nella remata ha fatto si

che il nostro grande e coraggioso team OSO arrivasse solo dopo tutti gli altri equipaggi in gara

stando però ben attento a mantenersi adeguatamente distanziato dagli altri per raccogliere

furbescamente grandi applausi di incoraggiamento e sostegno dai numerosi astanti.

La sfida era perduta ma il buonumore no. E dopo un altro simpatico siparietto col Presidente

Giuseppe Abbagnale, il gruppo di atleti si è ritirato in un ristorante per una lauta cena ed un

meritato riposo.

Al mattino seguente, però, ecco una grande sorpresa da parte di Carlos: una premiazione

speciale per aver saputo affrontare, con indomito coraggio, i fortissimi equipaggi ed una lunga

trasferta piena di emozioni.

Sicuramente non si riuscirà ad esaurire in una sola volta il racconto a tutti gli amici, sempre più

numerosi, del magnifico team OSO della Canottieri Rumon, ma il tempo per farlo non mancherà.

 

Alla prossima!!